giovedì 16 settembre 2010

Toglierò da voi il cuore di pietra e vi darò un cuore di carne (Ez36,26)


Durante il ritiro annuale di Scala, il Signore ci ha donato alcune parole che non vogliamo perdere durante il cammino dei giorni.
La prima che vogliamo prendere in considerazione è la parola del profeta Ezechiele che vedete nel titolo: "Toglie
rò da voi il cuore di pietra e vi darò un
cuore di carne". Lo stesso suo cuore!!!
-Come, Signore, tu farai questo?- non ho fatto che chiederGli questo per più di un mese.
Sinceramente, è davvero difficile pensare che qualcosa di pietra possa diventare di carne...
Mi ricordo che P. Raffaele in una delle condivisioni ci ha detto che Maria sarebbe stata la pioniera di un tempo di Pentecoste d'amore che dava forza al mondo per la battaglia finale. Due nostri amici molto cari hanno annunciato alla chiesa questa profezia: S.
Luigi Maria Grignion da Montfort e Marthe Robin...
La stessa domanda è stata trasferita a Maria: "Maria, anche tu hai chiesto all'angelo come avrebbe fatto Dio, io ora lo chiedo a te". Cosa possiamo fare per lasciare che Dio ci converta?
Padre Emiliano Tardif, all'inizio delle apparizioni di Medjugorje, utilizzava molto nelle sue predicazioni un messaggio di Maria. Egli diceva che Maria ci dava 5 pietre per poter sconfiggere il nostro Golia, colui che si opponeva alla nostra conversione.
Io, allora, ho proposto a Maria uno scambio: tu ci dai queste cinque pietre, noi ti diamo la pietra che è dentro di noi. Trasformaci...
Insieme con gli altri fratelli, abbiamo deciso di cominciare l'anno pastorale proprio con questo segno: Maria dà a ciascuno di noi la stessa bisaccia di Davide per usarla nella lotta quotidiana contro il gigante, l'enorme drago rosso.
Il 14 settembre, data in cui, l'anno scorso, abbiamo presentato alla comunità parrocchiale il nostro cammino e abbiamo
ricevuto l'effusione dello Spirito Santo, tutti i presenti hanno ricevuto le cinque pietre in cambio dell'offerta a Maria del cuore di pietra che è dentro di noi.
Come useremo queste pietre?
La Preghiera: Il giovedì, il Venerdì e il primo sabato del mese saranno per noi giorni di intenso impegno a prega
re per la conversione dei nostri cuori e di tutto il mondo. A livello personale poi ognuno di noi custodirà e difenderà gelosamente gli spazi di preghiera quotidiana.
L'Eucarestia: Per quanto è possibile, ogni giorno vogliamo ricevere forza da Gesù che si dona quotidianamente sugli altari della terra. Elisabeth Szanto diceva che la partecipazione alla Messa durante la settimana toglie potere a satana sulle persone.
La Confessione: Non sappiamo quando precisamente, ma vogliamo creare un tempo e uno spazio in parrocchia che sia di supporto per vivere bene la confessione sacramentale con la Parola di Dio e la possibilità di guardarsi dentro nella pace.
La Bibbia: Lo Spirito Santo ci ha donato una cappella per la Parola di Dio. E' per noi un luogo del cuore. Tutti i nostri incontri, da quest'anno con ancora più intensità, si svolgeranno lì, dove il Signore potrà guarirci con la forza della sua Parola.
Il digiuno: Finalmente abbiamo programmato dei venerdì per digiunare insieme e pregare davanti alla croce di Gesù. Ci vediamo da mezzogiorno in chiesa e restiamo lì fino alle 18.30 per poi
partecipare insieme alla Messa con la preghiera carismatica.

La Parola di Dio dice che Golia al primo colpo è già caduto e Davide ha potuto ucciderlo... (1 Sam17,50), sappiamo per fede che anche per noi succederà questo e anche di più...
Padre Kolbe ci ha insegnato a dire ogni giorno e a credere in questa frase: "La donna schiaccerà la testa del serpente"!!!